Profumo di Mondiale.

12.06.2018 19:40 di Alessandra Martino   Vedi letture
Profumo di Mondiale.

Mancano solo due giorni per l'inizio dell'attesissimo Mondiale Russia 2018, sono passati 1785 giorni da quando la Germania ha vinto il titolo, nel 2014, ora la Coppa cerca un nuovo campione. Ci sono 32 squadre in gara, ma dovendo essere realisti, alcune hanno sempre piu' probabibilita' di vincere. In primis il Brasile, difatti, sembrerebbe la favorita n.1 alla vittoria del Mondiale. La seleçao è cresciuta notevolmente nell'ultimo anno e vanta un arsenale offensivo di livello assoluto comprendente, per citare i più noti, i vari Neymar, Coutinho, Douglas Costa, Firmino e Gabriel Jesus. Una cosa è certa: la lista delle pretendenti al titolo di vincitore della Coppa del Mondo non è mai stata così corposa. Non possiamo non menzionare i campioni in carica della Germania, squadra reduce da prestazioni tutt'altro che esaltanti in questi primi mesi del 2018, ma pronta a dire la sua con una rosa sulla carta ancora più forte rispetto a quella di quattro anni fa. In pole position anche la Spagna di Lopetegui e la Francia di Deschamps, probabilmente la compagine col maggior potenziale tra le big del Mondiale. Al 5° posto nelle gerarchie delle quote sul vincente Mondiale 2018 c'è l'Argentina di Leo Messi, di fatto il calciatore più atteso della competizione. Una cosa è certa la 21ª edizione del campionato mondiale avrà un sapore diverso per noi italiani, un Mondiale senza Italia ci sembra inimmaginabile, soprattutto per chi ha meno di sessanta anni e quindi del 1958, cioè dell’ultima volta in cui l’Italia mancò una qualificazione ai Mondiali, non ha ricordi.