Sarri dimentica De Laurentiis e non risponde alle provocazioni.

De Laurentiis punzecchia ancora l'ex tecnico del Napoli ma il toscano non risponde. Per lui, ormai è un capitolo chiuso.
24.07.2018 00:07 di Alessandra Martino  articolo letto 163 volte
Sarri dimentica De Laurentiis e non risponde alle provocazioni.

Maurizio Sarri ormai allenatore del Chelsea ha ormai aperto una nuovo capitolo della sua "vita". L'ex allenatore del Napoli ha iniziato nei migliori dei modi: di fatti, la sua squadra ha battuto 1-0 il Perth Glory nel primo match della tournée australiana, la rete decisiva è stata firmata da Pedro dopo soli cinque minuti, bello il destro al volo sul cross del 17enne Hudson-Odoi. I Blues, privi di tanti nazionali ancora in vacanza dopo i Mondiali, sono scesi in campo con il classico 4-3-3 in cui si è visto sin dal primo minuto Jorginho.
Dopo la partita, Sarri ha commentato brevemente anche le recenti critiche di De Laurentiis: "Volevo smantellare il Napoli? Penso che i giocatori del Chelsea siano fortissimi e devo ringraziare quelli del Napoli, perché se sono qui forse è grazie a loro. Sono felice con i calciatori che abbiamo, e non voglio più rispondere alle domande su De Laurentiis"
Infine, un'indiscrezione di Fox Sports. Il Chelsea starebbe preparando a Sarri un piccolo box dentro Stamford Bridge che consenta all'allenatore di fumare qualche sigaretta prima del fischio d'inizio. Le regole dei Blues sul fumo sono rigidissime ma per un appassionato come il tecnico italiano, si può fare uno strappo...