Valentina Bìssoli, la bellezza mediterranea erede di Monica Bellucci si racconta, tra passerelle e amore per la moda - L’intervista

03.08.2022 23:00 di Moreno De Rosa   vedi letture
Valentina Bìssoli, la bellezza mediterranea erede di Monica Bellucci si racconta, tra passerelle e amore per la moda - L’intervista


La giovane Valentina Bìssoli, indossatrice, supermodella italiana su Instagram con oltre 40 mila followers, è in continua crescita.

Modella di origine veronese, alta 177 cm, capelli castani, occhi marroni, sensuale, elegante e longilinea, con le sue perfette forme incantevoli ed armoniose, non passa inosservata. 

Valentina Bìssoli è la modella italiana dal fascino mediterraneo, considerata l’erede di Monica Bellucci.

La top model Bìssoli, con il suo fisico mozzafiato ha conquistato i Magazine e le riviste più prestigiose, come “Panorama”, Grazia”, “Io Donna”.

Ha effettuato numerosi shooting con importantissimi fotografi.

Paragonata a Monica Bellucci, Valentina Bìssoli è stata testimonial di Yamamay nel 2019 e ha partecipato come Guest Star ai “Grammy Awards” di Los Angeles, condividendo il red carpet insieme alle Star della musica internazionale come Dua Lipa, Katy Perry, Rita Ora e Bebe Rexha. 

La sua mediterraneità fatta di stupende curve sensuali, mantiene sempre la sua originalità. 

In uno dei suoi progetti, proprio nel periodo da Covid-19 trascorso, c’è stata un’importante collaborazione con la Lamborghini Aventador, a girare il cortometraggio con Stefano Guindani, fotografo professionista specializzato in reportage, celebrities e moda internazionale. «Interpretavo una donna sogno a fianco di questa automobile. Una scena molto divertente tra sogno e realtà, in un vero e proprio connubio tra me e la Lamborghini».

Così si racconta la giovane modella veronese Valentina Bìssoli:

Quando è nata la passione per la moda?

«La mia passione per la moda è nata quando ero in quarta superiore. In particolare quando ho visto uno spot di Intimissimi con protagonista Irina Shayk. Dentro di me è scattato qualcosa che mi diceva di diventare una Donna così, volevo anch’io essere protagonista di uno spot importante.

Tanto che poi nel 2019, dopo tutto il mio percorso nella Moda e una serie di gavetta, sono stata presa da Yamamay.

Ho raggiunto uno dei miei obiettivi di partenza. 

Con un’agenzia di Moda che ti dà la garanzia di essere professionali, senza ricorrere a corsi di portamento, che non servono effettivamente nel lavoro.

Tante sono le ragazze passate e che passano attraverso la manifestazione di Miss Italia, ma soprattutto attualmente credo che ci siano altri canali più efficienti».

A quali programmi televisivi, Concorsi di Bellezza hai partecipato?

«Ho partecipato a Miss Italia nel 2011. È sicuramente un’esperienza divertente, che può aiutare a gestire la competizione, oppure il palco, ma al tempo stesso non garantiscono un percorso professionale. Quindi un consiglio da dare a tutte coloro che vogliono a tutti i costi diventare modelle, è quello di recarsi direttamente ad un’Agenzia di Moda ed iniziare a fare i relativi casting».

Al momento per quale Casa di Moda o Brand, sfili?

«Quest’anno per PinUp Angel. Nel corso di questa estate sono stata protagonista nell’esclusivo Fashion Show allo Stadio Dall’Ara di Bologna, sfilando per l’appunto con il brand “Pin-Up Stars", dove hanno anche calcato la passerella modelle di un certo calibro.

Ancora sono uscita su “Grazia”, un settimanale femminile italiano fondato nel 1938, edito da Arnoldo MondadoriEditore».

Le emozioni che provi ogni qualvolta sfili?

«Qualche anno fa, ovvero all’inizio della mia carriera mi sentivo più costruita. Ora invece, posso dire che essere sé stessi, in tutta la propria semplicità, con l’emozione di essere sé stessi durante la passerella, è la cosa che ripaga di più.

In quel momento sei la persona più bella del mondo, la più amata del mondo e sentirsi come se fossi una Dea, quello che altri devono avvertire. 

Questo rappresenta la forza delle modelle. Quando vanno in passerella, si sentono quasi irraggiungibili».

Cosa pensi quando sei in passerella e qual è il tuo motto prima di essere protagonista…

«In passerella sono sempre sicura di me, che occorre percepirlo dentro il proprio cuore. Gli altri in quel determinato momento stanno ammirando solo te.

C’è un qualcosa che le persone avvertono e quindi attrae anche lo sguardo. Non ho un motto specifico. Cerco di dare il massimo, di colpire nel miglior possibile il pubblico, pensando anche a qualcosa di carino, di originale, da fare durante la passerella».

Per quali brand di costumi hai posato, finora?

«Diversi e numerosissimi brand, però sicuramente quelli che porto nel cuore sono Yamamay e Pin-Up stars.

Poi ho lavorato per molti altri. Ma sicuramente questi due hanno segnato la mia carriera, molto più degli altri».

In che modo manifesti il tuo stato d’animo?

«Sono una persona che parla molto, essendo molto espansiva. 

Tante volte vorrei essere un pò più riservata. Quindi nel mio modo di manifestarmi alla gente, sono molto “open”. Non sono timida. Anche se con gli anni ho imparato ad essere più riservata, perché “essere riservati”, significa esercitare anche un certo fascino sugli altri».

Un concetto di femminilità e sensualità che vorresti estendere all’Universo delle Donne che non può mai mancare in te, lo trovi in…

«Lo ritrovo in diverse cose. Il concetto di sensualità, può essere una camminata, un modo di vestirsi, un sorriso, uno sguardo. 

In particolare la sensualità può essere davvero tante cose e immedesimarsi in tante sue sfaccettature. Infatti, ognuno di noi ha il suo concetto di sensualità, di femminilità. Quello che a me cattura l’attenzione maggiormente, è il modo di guardare. Lo sguardo è molto importante in noi Donne, piuttosto di una gamba scoperta oppure di un décolleté mostrato. Sono proprio gli occhi che creano una determinata magia. Il concetto di femminilità e sensualità, lo trovo nello sguardo».

Professionalmente parlando, qual è un autore, personaggio o scrittore che rappresenti più da vicino Valentina artista e Valentina Donna?

«Per il modo di fare e di essere opto sicuramente per Paulo Coelho.

Poi vedo anche Osho».

Progetti futuri?

«Un progetto l’ho già realizzato. Sono diventata attivista per un’Associazione che si occupa di animali in difficoltà, abbandonati. Quindi collaboro attivamente con questa Associazione. 

Si tratta di un mio sogno nel cassetto, che poi si è avverato.

Lavoro anche con un’altra Associazione chiamata “ Law4Models”, che si occupa di difendere i diritti dei modelli e di essere un punto di riferimento per tutti i ragazzi che vogliono intraprendere un percorso nella Moda. Sono molto attiva su questo. 

Tra i miei progetti futuri vi è quello di continuare il mio percorso, come sto già facendo, di fare cose sempre più importanti.

Vado avanti per proseguire i miei obiettivi, anche se tanti di questi li ho già raggiunti. Chissà, magari in futuro potrebbe esserci qualcosa di televisivo, come ad esempio il cinema e me lo auguro fortemente».

Un sogno nel cassetto che vorresti realizzare…

«Diventare sempre di più un punto di riferimento per le nuove generazioni. Essere un esempio, dare la mia esperienza agli altri, per permettere anche loro di riuscirci. 

Questa è una delle cose che mi affascina maggiormente, quando vedo anche teenager, ragazze, che si avvicinano a me chiedendomi info per intraprendere un percorso nel mondo della Moda. Perché in quel momento significa che per loro, rappresento qualcuno che ce l’ha fatta. Quindi per me è molto importante dare un esempio positivo e un aiuto concreto».

Grazie Mille Valentina Bissoli per la tua disponibilità.

Nello scorso anno la supermodella Bìssoli ha calcato il red carpet del Festival di Venezia (78esima Edizione) e sarà protagonista dalla splendida cornice veneziana anche quest’anno, in programma dal 31 agosto al 10 settembre 2022.

A presto! Ad Maiora!

Continueranno le grandi novità dell’indossatrice e modella Valentina Bìssoli.

Link social

Instagram: https://www.instagram.com/valentina_bissoli_/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/valentinabissolipage/

Moreno De Rosa